Lente di ingrandimento Filtra la ricerca
06 Dicembre 2018

Se il vostro piccolo è in perfetta salute è merito anche del papà

Se il vostro piccolo è in perfetta salute è merito anche del papà

Secondo uno studio condotto dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, lo stile di vita del papà determina la salute del futuro nascituro. Infatti, è emerso che il papà ha una corresponsabilità pari al 50% anche per una semplice alterazione della temperatura.

Cosa vuol dire quindi? Che la buona salute di un bambino presente e futura parte da molto lontano, ossia ancor prima della scelta di concepirlo o dei mesi della gestazione. Sono concetti che però non tutti i neo papà ancora sanno.

Lo studio

Oltre mille neo papà sono stati sottoposti ad un questionario on-line riguardante vizi e virtù quotidiane. Il 45% degli intervistati, per esempio, non sa che eccedere nel peso, pesa anche sul piccolo in arrivo. Difatti, l’obesità paterna prima che il nascituro nasca può modificare di molto il DNA fetale coinvolto nella regolazione delle prime fasi della crescita embrionale e mettere a rischio così la salute del piccolo.

Un altro esempio più concreto è il fumo. Esso, respirato dalla futura mamma in maniera passiva, facilita lo sviluppo di malformazioni congenite di natura cardiaca, anorettale o genitourinarie fino a malattie ancora più importanti come eventuali leucemie linfoblastiche acute. Si parla pertanto di un rischio pari al 25% per i bambini con papà fumatore, fino ad un rischio pari al 44% se il numero di sigarette fumate giornalmente è superiore a 20.

Invece, chi è a contatto con sostanze chimiche o semplicemente vernici il maggior rischio correlato è il basso peso del neonato al momento della sua nascita o il possibile sviluppo di malformazioni o tumori di natura infantili.

Infine, i farmaci.

Anche loro (ad esempio antinfiammatori o gastroprotettori, o antipsicotici) possono aumentare del doppio la possibilità di complicanze durante lo stato interessante o di difetti congeniti.


Lucia Franco

Condividi su

Commenti


Il tuo commento

Effettua il login o registrati

Commenta come ospite




Commenta per primo questo articolo!

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito