Lente di ingrandimento Filtra la ricerca
01 Febbraio 2019

Voglie in gravidanza: tutti i rischi

Voglie in gravidanza: tutti i rischi

Secondo alcuni studi è emerso che 1 donna su 3 ha le voglie durante la dolce attesa. Ma cosa succede se le voglie diventano incontrollabili?

Ecco quello che è necessario sapere per salvaguardare la salute della neo mamma e del neonato.

Tutti i rischi che ci sono

Il cibo più gettonato e desiderato durante la gravidanza è senza ombra di dubbio il cioccolato, qualsiasi tipo di dolciume, le patatine fritte, gli hot dog, gli hamburger, di cui è “vittima” 1 donna su 3 in stato interessante.

Un problema che però mette a rischio la salute non solo della donna ma anche del suo bambino.

Ciò è quanto emerso da una ricerca pubblicata sull'American Journal of Clinical Nutrition, condotto dagli studiosi dell'University College di Londra (UCL), di Ginevra, in Svizzera, della Brown University School of Public Health americana e della Umm Al-Qura University in Arabia Saudita, che hanno analizzato i dati di 11.132 donne, che alla 32esima settimana di gestazione hanno risposto ad un test apposito. Si tratta del primo studio che esamina le voglie irrefrenabili durante l’attesa e i loro effetti a breve e lungo termine.
A questi dati sono stati, infatti, accostati quelli riguardanti al peso e alla statura di 5.515 bambini censiti all'età di 15 anni e mezzo. Gli esiti della ricerca hanno quindi messo in evidenza un maggior consumo di alimenti in circa un terzo del campione: per 582 le voglie erano inarrestabili e incontrollabili, per altre 3.466 erano più casuali.
Gli studiosi hanno altresì osservato che il 5,2% delle donne che avevano ripetuti attacchi di fame irrefrenabile prendeva circa 3 chili e mezzo di peso durante la maternità rispetto alle altre partecipanti.
Diversamente, le donne che cercavano di fare una dieta durante la dolce attesa per tenere sotto controllo le voglie inarrestabili, mangiavano più stuzzichini ipercalorici zuccherati e risultavano avere livelli troppo bassi di vitamina A, C, B6, B1 e di acido folico, elementi indispensabili per una sana crescita dell’embrione.
Ma non finisce qui. Questi comportamenti nel tempo avevano ripercussioni negative anche sui figli. In pratica le donne con attacchi di fame irrefrenabile avevano più rischi di partorire bambini più grandi e aumentava così il rischio che gli stessi fossero in soprappeso all'età di 15 anni.

Quindi cosa fare?

L'aumento di peso gestazionale porta ad un rischio maggiore di obesità infantile, oltre che un’obesità stessa delle madri. Questi risultati vogliono sottolineano l’importanza dell’alimentazione durante la gravidanza e che ogni voglio non deve necessariamente soddisfatta, ma piuttosto controllata.

La salute della mamma quindi è molto importante. Diversi studi hanno dimostrato tantissime patologie e problematiche a riguardo...sapevi per esempio che avere un figlio invecchierebbe la donna di 11 anni?
Leggi il nostro articolo e scoprilo!

Lucia Franco

Condividi su

Commenti


Il tuo commento

Effettua il login o registrati

Commenta come ospite




Commenta per primo questo articolo!

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito