04 Agosto 2019

Infezioni cutanee nei neonati? Ecco come agire

Infezioni cutanee nei neonati? Ecco come agire

Le infezioni della pelle sono molto frequenti nei periodi estivi e interessano soprattutto il mondo dei più piccoli.

Secondo l’Associazione Mondiale per le Malattie Infettive e i Disordini Immunologici (WAidid) si raccomanda di tenere sempre la cute dei bambini ben pulite e idratata per evitare qualsiasi tipo di batterio che può svilupparsi al suo interno.

Le regole d’oro

Nei primi anni di vita di un bambino si consiglia una limitata esposizione al sole, questo per favorire la sintesi della vitamina D ed evitate insolazioni nelle ore più calde. Nel caso di infezioni, è fondamentale intervenire immediatamente prima che degeneri e si estenda più del dovuto.

Per curare le piccole infezioni è sufficiente a volte una terapia antibiotica topica. Diversamente, per le lezioni più estese è necessario a volte intervenire con un trattamento sistemico per bocca.

Ma cosa fare in cosa di infezioni?

È necessario in primis contattare il pediatra. È bene, inoltre, segnalare al medico specializzato eventuali sintomi, come febbre, diarrea o vomito. Possibili fattori predisponenti che possono contribuire alla diffusione sono: piccole lezioni della pelle, punture di insetti, assunzione di farmaci che possono portare il bambino a grattarsi e a peggiorare la situazione.

Lesioni micotiche

Si può usare un farmaco antifungino il quale favorisce la guarigione. Quanto alle forme più estese, esse sono molto rare e possono riguardare principalmente i bambino sopra i 12 mesi di vita. Questa infezione può colpire i bambini immunodepressi o asmatici. In questi casi è necessario quindi intervenire non solo con pomate ma anche con farmaci per uso orale (sempre prescritti dal pediatra). Il mancato trattamento può solo far peggiorare la situazione ed estenderla ulteriormente.

Le verruche

Esse solitamente passano da sole dopo due anni. Ma anche qui, il mancato trattamento può solo aumentare il problema.

Lucia Franco

Condividi su

Commenti


Il tuo commento

Effettua il login o registrati

Commenta come ospite




Commenta per primo questo articolo!

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito