20 Aprile 2018

L'importanza del girello: pro e contro

L'importanza del girello: pro e contro

Il girello è uno strumento molto diffuso grazie al quale il bambino può trasportarsi da una parte all’altra della casa, compiere i primi passi ed esplorare l’ambiente circostante in maniera più autonoma.

Ma da che mese è possibile utilizzare il girello?

Sappiamo che i bambini intorno al quarto/quinto mese iniziano a muoversi più attivamente rispetto ai primi mesi di vita e dunque potrebbe essere proprio questo il periodo giusto per utilizzarlo. Questi sono anche i mesi in cui il bambino ha un grande bisogno di muoversi. Deve allenare gambe e braccia per coordinare meglio i gesti, rafforzare i muscoli e prepararsi gradualmente a muovere i primi passi.

Tuttavia, la fascia di età in questione, in realtà, è piuttosto orientativa perché ogni bambino attraversa fasi di crescita differenti. Ciò significa, dunque, che occorre considerare accuratamente la corporatura del bambino in quanto potrebbe non essere ancora pronto per il girello, se la sua costituzione è troppo mingherlina e quindi non in grado di sostenerlo come dovrebbe. In questo caso, basterà rimandare solo di qualche mesetto.

Il girello è sicuramente utile per i bambini più pigri

Per i bambini più “pigri”, il girello offre un sostegno che rende il bambino più sicuro e stabile e consente un buon allenamento ai suoi muscoli, in modo da far loro acquisire la tonicità necessaria per sostenerlo in posizione eretta.

Alcune precauzioni

  • Non lasciate mai da solo il bambino nel girello, neanche per un attimo;

  • Fate attenzione agli oggetti sporgenti e appuntiti che potrebbe incontrare il bambino sul suo percorso;

  • Eliminate potenziali pericoli a portata del bambino (farmaci, prese, etc);

  • Fate funzionare il girello solo su superfici lisce;

  • Non utilizzate mai il girello sopra un tappeto;

  • Prestate molta attenzione agli angoli sporgenti di elettrodomestici, camini, caloriferi;

  • Bloccate con barriere gli accessi alle scale;

  • Il sedile deve essere ben imbottito e il bambino deve essere messo con facilità nella mutandina che serve come imbracatura;

  • Non sollevate, né trasportate mai il girello con il bambino all’interno;

  • Accertatevi che il girello abbia una base sufficientemente ampia per allargare il baricentro del bambino;

  • Il girello non deve assolutamente ribaltarsi sia in caso di urto sia in caso il bimbo si sporga in avanti;

  • Le parti in plastica e le vernici utilizzate per coprire le parti in metallo devono essere atossiche;

  • La struttura deve essere robusta per assorbire gli urti, ma anche flessibile per non spezzarsi;

  • Tutte le molle e le cerniere devono assolutamente disporre di adeguate coperture di protezione;

  • Non lasciate per lungo tempo il bambino nel girello.

Da ricordare

Attente mamme a come utilizzate il girello! Il girello permette al bambino di godere della libertà di potersi spostare per tutta la casa, ma un suo uso eccessivo potrebbe ostacolare il corretto sviluppo psicomotorio. Può, infatti, impostare male l’andatura del piccolo, oltre che non li permette di allenare la muscolatura e il senso dell’equilibrio. L’uso sbagliato del girello, inoltre, può essere di impedimento allo sviluppo dell’abilità di “cadere bene” che, quando il bambino impara a camminare, è importantissima per non farsi male, in più può impedirgli di acquisire la percezione dei propri limiti motori.
Se quindi non è ancora in grado di utilizzarlo, potete fare anche uso di un marsupio che terrà sempre vicino a voi il vostro cucciolo.

Lucia Franco

Condividi su

Commenti


Il tuo commento

Effettua il login o registrati

Commenta come ospite




Commenta per primo questo articolo!

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito