13 Gennaio 2018

COME VESTIRE UN NEONATO DI NOTTE IN INVERNO

COME VESTIRE UN NEONATO DI NOTTE IN INVERNO

Osservare il proprio piccolo dormire è una cosa unica ed emozionante. Tuttavia, è bene sapere che, durante la notte, il neonato è molto più sensibile rispetto ad una persona adulta e che ha bisogno di qualche riguardo in più.

Ma cosa può succedere durante il suo sonnellino?

Durante la notte il neonato può scoprirsi e raffreddarsi o addirittura che il lenzuolino che lo avvolge si attorcigli attorno al suo corpicino creando difficoltà al suo sonnellino.

Il sacco nanna: ottima soluzione per il tuo bambino

Una buona idea può essere quella di utilizzare gli appositi "sacchi nanna", che fanno sì che il neonato non si scopra e non prenda freddo. Questa soluzione è perfetta per un neonato in quanto permette al bambino di avere le gambine e le braccine completamente libere.

I sacchi nanna sono anche molto pratici, sicuri e caldi. Sono un vero e proprio pigiamone, chiuso sul fondo, con bretelle che permettono al neonato di restare coperto sulle spalle. Si possono trovare quelli in caldo pile e in cotone con imbottitura interna. Inoltre, la loro imbottitura li protegge dalle temperature al di sotto dei 20 gradi, per un sonno caldo e protetto.

Sotto il sacco nanna vanno benissimo le classiche tutine, dal body alla tutina in cotone leggero o ciniglia, a seconda del periodo e della temperatura della camera da letto. La regola fondamentale da tenere bene a mente è che il neonato non deve sudare.

Come capire se il bambino ha troppo caldo o troppo freddo?

Per capire se il bambino ha caldo o freddo la cosa migliore è toccare la nuca o la base del collo, perché per un naturale fenomeno di vasocostrizione le manine e i piedini dei più piccini tendono a essere quasi sempre freddi e, quindi, non sono assolutamente attendibili.

Inoltre, la temperature dell’ambiente va mantenuta costante sui 20 gradi , in modo che il piccolo non percepisca troppo calore.

Piccoli accorgimenti

Una serie di piccoli accorgimenti possono agevolare di molto la vita alla neomamma. Ad esempio, la stanza deve avere sempre una luce soffusa. Inoltre, è molto importante creare un rito che preluda alla nanna in modo da fare conciliare serenità e sonno al bambino e in caso di pianto rassicurarlo con una carezza e un tono di voce sommesso.

Lucia Franco

Commenti


Il tuo commento

Effettua il login o registrati

Commenta come ospite




Commenta per primo questo articolo!

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito