Ricerca+Guida utente
23 Gennaio 2019

Bonus asilo nido 2019, requisiti e scadenze

Bonus asilo nido 2019, requisiti e scadenze

L'Inps ha reso noto che a partire dalle ore 10:00 di lunedì 28 gennaio sarà attivo il servizio per presentare le domande online riguardanti il “bonus asilo nido” per l'anno 2019. Il contributo, che inizialmente era massimo di euro 1.000, con l'approvazione della Legge di Bilancio 2019, corrisponde fino a un importo massimo di euro 1.500 su base annua per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021.

Cos'è il bonus asilo nido?

Il bonus asilo nido è l'agevolazione fiscale per le famiglie con bambini.

Questo è disciplinato dall’art.1, comma 488, della legge n. 145 del 30 dicembre 2018 che ha elevato l’importo del bonus asilo nido da 1.000 a 1.500 euro su base annua per ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021.

Quindi da chi può essere fatta l'istanza online?

L'istanza può essere presentata:
  • A favore di bambini nati, adottati o affidati dal 1° gennaio 2016 per contribuire al pagamento delle rette degli asili nido pubblici e privati autorizzati;
  • A beneficio di quei bambini di età inferiore a 3 anni, impossibilitati a frequentare gli asili nido perché affetti da gravi malattie incurabile, per i quali le famiglie si avvalgono di servizi assistenziali domiciliari.

Nel primo caso è essenziale allegare la documentazione che certifichi il pagamento perlomeno della retta relativa al primo mese di frequenza per cui si richiede il bonus. Nel caso di asili nido pubblici, che prevedono il pagamento delle rette posticipato rispetto al periodo di frequenza, la documentazione da cui si accerta l’avvenuta iscrizione del bambino.

Nel secondo caso, il genitore dovrà allegare l’attestazione, rilasciata dal pediatra, dell’impossibilità del bambino di frequentare l’asilo nido per l’intero anno solare di riferimento, a causa di una grave malattia cronica. In questo caso l'Inps ha la facoltà di erogare l'intero importo del bonus in un'unica soluzione direttamente al genitore richiedente.

Come presentare l'istanza online?

Prima di tutto bisogna presentare:
  • La ricevuta di pagamento delle rette (contributo asilo nido) relative alla frequenza di asili nido pubblici e privati autorizzati. È necessario specificare nell'istanza se l’asilo nido sia pubblico o privato autorizzato e indicare, in questo caso, oltre alla denominazione e al codice fiscale della struttura, anche gli estremi del provvedimento autorizzativo.
  • L'introduzione di forme assistenza domiciliare a beneficio dei bambini, di età inferiore a 3 anni, affetti da gravi malattie croniche (contributo per introduzione di forme di supporto presso la propria abitazione).

Il genitore dovrà, inoltre, indicare le mensilità relative ai periodi di frequenza scolastica (gennaio - dicembre), per le quali intende avere il bonus asilo nido 2019. All'istanza dovrà essere allegata la ricevuta di pagamento della retta relativa al primo mese di frequenza per cui si richiede il beneficio. Nel caso di asili nido pubblici, i quali prevedono il versamento delle rette posticipato rispetto al periodo di frequenza, la documentazione da cui risulti l’iscrizione o comunque l’avvenuto inserimento in graduatoria del bambino. Dopo di che la domanda ricevuta sarà protocollata.
Inoltre, le ricevute dei pagamenti delle rette relative ai mesi successivi dovranno essere allegate entro la fine del mese di riferimento e, comunque, non oltre il 31 gennaio 2020.

Come provare l'avvenuto pagamento?

Attraverso la ricevuta, il bollettino bancario, il bollettino postale, fattura quietanzata. Quanto ai nidi aziendali il tutto può essere provato mediante attestazione del datore di lavoro o dell’asilo nido.

La documentazione cosa dovrà indicare?

  • La nome e la partita iva dell’asilo nido;
  • Il codice fiscale del bambino;
  • Il mese di riferimento;
  • La ricevuta di pagamento o attestazione del datore;
  • I dati del genitore che sostiene l’onere della retta.

Importo, tempi e modalità di erogazione

Il premio viene corrisposto direttamente dall’Inps e viene erogato con cadenza mensile, parametrando l’importo massimo di 1.500 euro su 11 mensilità, per un importo massimo di 136,37 euro, direttamente al beneficiario che ha sostenuto il pagamento, per ogni retta mensile pagata e documentata.
Il premio asilo nido non è cumulabile con la detrazione prevista dall’art. 2, comma 6, legge 22 dicembre 2008, indipendentemente dal numero di mensilità percepite.
Il bonus asilo nido non può essere fruito, inoltre, in mensilità coincidenti con quelle di fruizione dei benefici di cui all’art.1, commi 356 e 357, legge n. 232 del 11 dicembre 2016 (cosiddetto bonus infanzia).
L’Inps effettua il versamento del bonus nelle modalità di pagamento indicate dal richiedente nell'istanza: bonifico domiciliato, accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con IBAN. Nel caso si scelga la modalità di accredito su un conto con IBAN è necessario presentare anche il modello SR163, a meno che tale modello non sia stato già presentato all’Inps per altre domande.

Bonus asilo nido quando si perde?

É possibile perdere il bonus nei seguenti casi:

  • Se si perde la cittadinanza italiana;
  • Nel caso in cui il richiedente del bonus muoia;
  • In caso di perdita della responsabilità genitoriale;
  • In caso di affidamento del bambino a terzi.

I limiti

Vi è un limite di domanda. Il bonus asilo nido 2019, infatti, ha un limite di spesa indicato. Per il 2019 è di 300 milioni di euro. Pertanto, potrà usufruire del premio chi prima presenta l'istanza online. Nel momento in cui venga raggiunto il limite di spesa di 300 milioni di euro, l'Inps non prenderà in considerazione ulteriori istanze o domande.

Altre modalità per presentare l'istanza

L’istanza, oltre che online, può essere inoltrata tramite Contact center al numero 803 164 oppure 06 164 164 da rete mobile o ancora enti di patronato e intermediari dell’Istituto, mediante i servizi telematici offerti dai medesimi.

Lucia Franco

Condividi su

Commenti


Il tuo commento

Effettua il login o registrati

Commenta come ospite




Commenta per primo questo articolo!

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito