05 Ottobre 2019

Autosvezzamento sì oppure no?

Autosvezzamento sì oppure no?

Secondo alcuni studi scientifici non esistono prove davvero convincenti che dimostrino che l'autosvezzamento comporti in qualche modo benefici per i piccolini, salvaguardandoli dal rischio di soprappeso e obesità. Inoltre, è inesatto affermare che i bebè si sappiano regolare bene da soli. Ciò vale sia per la scelta del cibo sia per la quantità da mangiare.

La ricerca

Alcuni studiosi hanno messo in pratica l’autosvezzamento. Il risultato non è stato uno dei migliori. Il profilo della dieta dei bambini autosvezzati si è mostrata a livello nutrizionale poco valida di quello fatta dai bambini nutriti secondo il metodo dell’alimentazione cclassica ossia fatto di pappe ed omogeneizzati specificamente preparati per loro per poi passare a poco a poco ad un’alimentazione più adulta. Senza dimenticare che l’autosvezzamento può essere pericoloso in quanto potrebbe provocare un maggior rischio di soffocamento per cibo.

Autosvezzamento sì o no?

È senza ombra di dubbio molto rischioso, se ci pensiamo bene. La nutrizione di un bambino deve essere affidata ad un esperto, ovvero ad un pediatra. Quest’ultimo, infatti, può aiutarlo nella crescita e nel corretto sviluppo. Lo svezzamento è quindi uno dei momenti più importanti per un bambino sia dal punto di vista psicologico che fisico. Solo in questa maniera è possibile garantire una perfetta salute, anche nella vita adulta.

Lucia Franco

Condividi su

Commenti


Il tuo commento

Effettua il login o registrati

Commenta come ospite




Commenta per primo questo articolo!

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito