19 Maggio 2019

Lo sapevi che...lo svezzamento è

Lo sapevi che...lo svezzamento è

Il momento dello svezzamento non è sempre facile e spesso i bambini, abituati a prendere il latte rifiutano la pappa. In questa fase bisogna far in modo che il piccolino “faccia amicizia” con il cibo. Di base sono molto curiosi e quindi proporgli delle cose colorate potrebbe essere un modo per sperimentare e fargli arrivare alla fine il desiderio di mangiare.

È molto utile che il piccolo sia a tavola con i genitori mentre si mangia, così da abituarsi all’appuntamento con la pappa, e soprattutto ad assaggiare. Proverà nuovi sapori che magari possono piacergli, favorendo così lo svezzamento.

L’importante è avere tanta pazienza, farlo magari anche pasticciare e rendere il momento della pappa sempre divertente.

10 cose da sapere sullo svezzamento

1.Si inizia dal sesto mese di vita compiuto. Lo svezzamento prima dei quattro mesi con più alimenti aumenta il rischio di eczema, asma e atopia.

2.Si inizia a svezzare il proprio bambino perché le sue capacità digestive nei primi 6 mesi sono maturate rendendolo in grado di assumere cibi diversi dal latte.

3.Svezzare un neonato significa abituarlo ad alimentarsi con qualcosa di diverso dal latte, facendo sempre attenzione a fornire apporti nutritivi in base al suo fabbisogno.

4.Gli alimenti vanno introdotti uno alla volta.

5.Addio restrizioni. Secondo un recente studio norvegese dell’Istituto Nazionale di Salute Pubblica di Oslo si è dimostrato che il rischio di ammalarsi di celiachia aumenta se il bambino “assaggia” per la prima volta il glutine dopo i 6 mesi di vita.

6.L’allattamento materno è senza ombra di dubbio il miglior metodo per alimentare il bambino. Pertanto se la mamma lo desidera, l’allattamento al seno può continuare dal secondo semestre di vita fino al secondo anno e anche oltre.

7.No al sale e allo zucchero fino al primo anno di età. Non vanno aggiunti né sale né zucchero negli alimenti, in quanto il sale in dosi eccessive può favorire lo sviluppo di ipertensione e lo zucchero può far aumentare l’indice glicemico con conseguente rischio di carie, obesità e altre patologie.

8.Un eccesso di formaggini o di carne o di pesce sovraccaricano il metabolismo del piccolo e possono anche orientare le sue preferenze future verso un’alimentazione sbagliata, in quanto ricca di troppe proteine e di troppo sale. La dieta deve essere quindi molto bilanciata.

9.Sia gli omogeneizzati che i liofilizzati al 6° mese possono essere sostituiti da preparazioni fai da te.

10.A tavola con mamma e papà. Il piccolo durante la fase dello svezzamento deve cominciare a condividere il momento del pasto con mamma e papà.

Lucia Franco

Condividi su

Commenti


Il tuo commento

Effettua il login o registrati

Commenta come ospite




Commenta per primo questo articolo!

Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito