02 Febbraio 2018

L'igiene del neonato: le 4 regole d'oro per il bagnetto

L'igiene del neonato: le 4 regole d'oro per il bagnetto

Lavare nel modo corretto un neonato richiede una serie d’importanti accortezze. Prima di cominciare, igienizzate con cura la vaschetta o la bacinella in cui laverete il bimbo, usando un detergente adatto (presidio medico chirurgico dall'efficace azione disinfettante).

1.Tenere il neonato con un braccio e con l’altro lavarlo

Il neonato va immerso nell’acqua con molta delicatezza, sostenendo sempre la testolina e tenendo il busto sollevato con un braccio. Il braccio deve passare dietro le spalle tenendo il neonato per l’ascella, in modo da avere l’altra mano sempre libera per poterlo lavare. Usare sempre un po’ di detergente delicato specifico per neonati.

Inoltre, il bagnetto può durare fino a quando il bambino mostra di gradirlo, controllando di tanto in tanto che la temperatura dell’acqua sia sempre sufficientemente calda. Ricordatevi che l’acqua deve essere tra i 37 e i 38 gradi (potete misurarla con l'apposito termometro o immergendo il vostro gomito nell'acqua).

2.Come lavare i capelli

I piccoli non hanno bisogno di shampoo. Facendo il bagnetto i loro capelli fini possono essere lavati assieme a tutto il resto e possono essere curati e puliti con o senza shampoo. Solo quando i capelli del neonato sono diventati più compatti ha senso usare uno shampoo per bambini, effettuando un leggero massaggio sulla cute. Dopodiché è necessario risciacquare bene la testolina ed avvolgerla in una asciugamano asciutta e soffice.

3.Il post bagnetto

Una volta finito il bagnetto, è fondamentale asciugare bene il neonato, tamponando la pelle senza strofinarla (corpo, braccia e gambe) e facendo molta attenzione alle pieghe cutanee, che non vanno lasciate umide, in quanto possono macerare facilmente. Per asciugare le orecchie, si può utilizzare invece un fazzolettino o un batuffolo di cotone. I bastoncini per le orecchie non sono necessari. Inoltre, se doveste trovare qualche crosticina sugli occhi, prendete un batuffolo di cotone e fatelo bollire in poca acqua. Dopo averlo fatto intiepidire, strizzalo e passalo sull'occhio del bimbo, dall'angolo interno verso quello esterno.

4.Crema idratante e olio di mandorle

Dopo il bagnetto applicate una crema idratante, soprattutto se il bambino ha una pelle particolarmente secca. A questo punto, si può applicare anche un po’ di pomata all’ossido di zinco nelle zone a rischio irritazione, come ad esempio le pieghe cutanee dell’inguine e attorno all’ano. Se desiderate fare, inoltre, un massaggio al piccolo, potete usare un po’ di olio di mandorle dolci per favorire lo scorrimento delle vostre mani sul corpicino del bimbo.

Lucia Franco

Commenti


Il tuo commento

Effettua il login o registrati

Commenta come ospite




Commenta per primo questo articolo!

Privacy Policy Ho capito