08 Marzo 2020

La diarrea nel neonato: sintomi, cause e cure

La diarrea nel neonato: sintomi, cause e cure

Nel momento in cui le feci da molli diventano liquide e le scariche sono continue non ci sono dubbi: si sta parlando di diarrea. La causa principale è di tipo infettivo, ma potrebbe anche essere dovuta ad intolleranze alimentari o dovuta ad altre malattie. Ecco, quindi, alcuni consigli utili su come comportarsi e come salvaguardare il sederino del nostro bambino dal pericolo di dermatite.

Le feci

Nei primi mesi le feci di un bebè sono solitamente cremose o quasi liquide e di colore giallo intenso. Inoltre, i neonati tendono a scaricarsi frequentemente e proprio per questa ragione i genitori hanno timore di non riuscire a riconoscere un'eventuale diarrea. Ma se succede, difficilmente ci sono dubbi.

La diarrea

La diarrea consiste in un cambiamento nella consistenza delle feci, che diventano in questo caso molto liquide, abbondanti e frequenti. La causa principale sono varie e diverse come gastroenterite, allergie, intolleranze alimentari o più raramente, malattie metaboliche. La gastroenterite ha in genere un'origine infettiva e ne sono responsabili soprattutto virus (rotavirus in primis), anche se alcuni casi possono essere provocati da batteri, come la Salmonella. Altre cause possibili sono allergie e intolleranze alimentari o, più raramente, malattie metaboliche come la fibrosi cistica o malattie da malassorbimento a livello intestinale.

Cosa fare in caso di gastroenterite

Esistono diversi livelli di gravità. Nelle forme più leggere non è necessario fare molto se non quello di tenere d'occhio che il neonato sopra i 2 mesi riesca a bere per mantenersi ben idratato. Se invece il neonato è molto piccolo, ossia meno di 2mesi, o la diarrea è molto intensa e magari associata a vomito il rischio di disidratazione aumenta e anche la soluzione idratante può non bastare più. In questi casi meglio avvertire subito il medico, o portare il piccolo al pronto soccorso, per evitare di arrivare ai segni conclamati di disidratazione, come la presenza di occhiaie intorno agli occhi, il pianto senza lacrime, la secchezza della pelle, la scarsità di pipì. In alcuni casi potrebbe essere necessario il ricovero in ospedale, dove il piccolo potrà essere mantenuto ben idratato. Quanto all'alimentazione, se il bimbo sta prendendo il latte di mamma, le Linee guida dicono chiaramente di non interromperlo. "Nei casi più gravi, invece, il latte artificiale va temporaneamente sospeso, dando la precedenza alla soluzione reidratante, e poi reintrodotto dopo qualche ora.

Quanto dura la diarrea

Una diarrea da gastroenterite dura in media 3-5 giorni, ma può arrivare anche a 7-8 giorni. Una volta che si intravedono alcuni segni di miglioramento si può stare tranquilli: la diarrea passerà. In caso contrario la diarrea potrebbe dipendere da altre cause, come la celiachia, un'intolleranza alimentare, una malattia infiammatoria cronica e serviranno allora accertamenti più specifici per capire che cosa sta succedendo.

Pericolo dermatite da pannolino?

Le indicazioni sono molto semplici. È necessario cambiare il pannolino il prima possibile dopo ogni scarica; Osservare una buona igiene del sederino a ogni cambio. Proteggere la parte con una crema all'ossido di zinco.


Abbigliamento Made in Italy per neonati
Condividi su

Commenti


Il tuo commento

Effettua il login o registrati

Commenta come ospite




Commenta per primo questo articolo!

Filtra la ricerca ×

Genere
Neonato Neonata Unisex

Categoria
Tutine Completini Corredini Intimo Pagliaccetti

Taglia in mesi
00 M 0 M 0-1 M 0-3 M 1-3 M 3-6 M 6-9 M 9-12 M 12-18M Taglia unica

Colore

Materiale
Ciniglia Cotone Caldo cotone Lana Seta Altro

Collezione
Autunno/Inverno Primavera/Estate


Solo articoli in offerta






Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Privacy Policy Ho capito